11 aprile 2011

Mille piedi in viaggio

(Foto scattata da me)

Mille piedi in viaggio. Quasi un caparbio desiderio di vita. Come dire di non mollare, stringersi, lottare. Mille piedi in marcia verso il domani. Ahi, la natura! nascere ciechi e sapere di andare. Alzarsi verso il cammino nel bozzo, in fondo al tronco, e poi via, via. Attaccarsi alla coda di chi precede, offrire la propria a chi viene: che scambio sociale! che incredibile fiducia!

Se ne sentono molte sul conto di questi esserini, ancora di più sui modi per sterminarli. Non so cosa facciano, non so se davvero possano infastidirci (basta poco per meritare la morte, quaggiù). So solo che è duro constatare una meraviglia spazzata via da una strada, e un groviglio di piedi che si ammassa senza più capo, direzione, e speranza. Perdonate la pietà, ma è difficile non essere tristi, certi giorni qui.

6 commenti:

il Gilo ha detto...

Non so come sono dette dalle tue parti, quelle bestie lì; qua le chiamano processionarie, e le odiano dal profondo dell'animo perché mangiano i germogli dei pini, gli aghetti ancora belli teneri, e mio nonno gli dava fuoco con la benzina del tosaerba, ai miei tempi. Di più non so.

Bongio ha detto...

Hai ragione Gilo, ricordi bene. E' che a vederle così, in fila, che si davano una mano una con l'altra, mi è venuta tenerezza. E scoprirle dopo -peggio- straziate da quella strada che si erano messe in testa di attraversare, mi ha fatto altrettanta tristezza. E' come conoscere una meraviglia e poi vederla distrutta, capisci?
E' possibile che mangino i germogli. E' che messe lì, poverette, a tentare di sopravvivere, contro con una cifra di gente che smania di incendiarle non è mica bello, credo.

avvelenato ha detto...

A me piaceva molto di più come la raccontavi.

Qui hai dato un ritmo prosastico molto sofferto, stentato, alcune parole poco intonate, boh. Per esempio "sterminarli" mi pare faccia inciampare il ritmo. Così come "davvero possano infastidirci".

Non è necessario usare sempre un italiano pulito, per comunicare, anzi!

Si sente, da come scrivi, che non ti piace Vasco :-)

Bongio ha detto...

Ahah! Hai ragione amico mio: è una buona osservazione, ne farò tesoro. E magari ascolterò un po' di più Vasco. Eeeeeee!

Anonimo ha detto...

ma è un animale unico?!

mai visto niente del genere

asintoto

rossibenedetto ha detto...

Per il corpo di mille millepiedi, questo sì che è un treno che ispira fiducia!

Posta un commento